Riforma della Pubbblica Amministrazione contro gli sprechi per valorizzare i virtuosi.


Dalle prime indiscrezioni relative all’agenda renziana si apprende anche della possibile eliminazione del Ministero della Pubblica Amministrazione, le cui funzioni sarebbero affidate a un sottosegretario.

Se Renzi annuncia l’equiparazione tra i lavoratori statali e i dipendenti attivi nelle aziende private, in modo tale da consentire l’utilizzo degli ammortizzatori sociali per soddisfare esigenze di riduzione del personale: una riforma che porrebbe fine al’intoccabilità dei dipendenti pubblici.
Gli stessi dirigenti statali diventerebbero licenziabili esattamente come i manager privati, titolari di incarichi non superiori a sei anni e quindi di contratti a tempo determinato non rinnovabili in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi.

Inoltre il DdL sulla riforma della dovrebbe modificare l’art. 55 Quater del D.Lgs n°165/2001

Licenziamento Disciplinare

1. Ferma la disciplina in tema di licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo e salve ulteriori ipotesi previste dal contratto collettivo, si applica comunque la sanzione disciplinare del licenziamento nei seguenti casi:
a) falsa attestazione della presenza in servizio, mediante l’alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente, ovvero giustificazione dell’assenza dal servizio mediante una certificazione medica falsa o che attesta falsamente uno stato di malattia;
b) assenza priva di valida giustificazione per un numero di giorni, anche non continuativi, superiore a tre nell’arco di un biennio o comunque per più di sette giorni nel corso degli ultimi dieci anni ovvero mancata ripresa del servizio, in caso di assenza ingiustificata, entro il termine fissato dall’amministrazione;
c) ingiustificato rifiuto del trasferimento disposto dall’amministrazione per motivate esigenze di servizio;
d) falsità documentali o dichiarative commesse ai fini o in occasione dell’instaurazione del rapporto di lavoro ovvero di progressioni di carriera;
e) reiterazione nell’ambiente di lavoro di gravi condotte aggressive o moleste o minacciose o ingiuriose o comunque lesive dell’onore e della dignità personale altrui;
f) condanna penale definitiva, in relazione alla quale è prevista l’interdizione perpetua dai pubblici uffici ovvero l’estinzione, comunque denominata, del rapporto di lavoro;

g) condanna in giudicato per un qualsiasi reato contro la Pubblica Amministrazione;

h) condanna in giudicato per un qualsiasi danno erariale, oltre ad esercitare un’azione di rivalsa sul patrimonio personale del condannato per danno erariale al fine di evitare inutili sprechi e sperperi del patrimonio pubblico che ricadono sui cittadini.

2. Il licenziamento in sede disciplinare è disposto, altresì, nel caso di prestazione lavorativa, riferibile ad un arco temporale non inferiore al biennio, per la quale l’amministrazione di appartenenza formula, ai sensi delle disposizioni legislative e contrattuali concernenti la valutazione del personale delle amministrazioni pubbliche, una valutazione di insufficiente
rendimento e questo è dovuto alla reiterata violazione degli obblighi concernenti la prestazione stessa, stabiliti da norme legislative o regolamentari, dal contratto collettivo o individuale, da atti e provvedimenti dell’amministrazione di appartenenza o dai codici di comportamento di cui all’articolo 54.
3. Nei casi di cui al comma 1, lettere a), d), e), f), g) ed h) , il licenziamento è senza preavviso.

In corsivo sono riportate le integrazioni da apportare con un disegno di legge all’art 55 Quter del TU sulla PA, segue un link sulla complessità inerente la presentazione di un DdL.

http://robertalombardi.wordpress.com/2014/01/23/il-vero-dispregio-delle-regole-e-consono-a-questo-luogo/#comment-6530

Annunci

Informazioni su ulmike

mi considero un esperto di pubblica amministrazione
Questa voce è stata pubblicata in debito pubblico, disegno di legge, indebitamento, pubblica amministrazione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Riforma della Pubbblica Amministrazione contro gli sprechi per valorizzare i virtuosi.

  1. Francesco ha detto:

    Sono a favore di questa riforma, ma temo che verra’ ostacolate da coloro che hanno in mano diverse classi di potere.

  2. roberto ha detto:

    E’ ingiusto che dipendenti della pubblica amministrazione possa assentarsi per giorni senza una giustificata motivazione…
    Bisogna cambiare il sistema

  3. casapound ha detto:

    Benr non vedo l’ora della riforma è ora di finirla di magiare soldi pubblici e concentriamoci di controllare le assistenze sociali nascoste senza sapere dei veri aiuti ai piu bisognosi !!in quanto luso del denaro comunale pubblico sprecato ad assunzioni verso polizia locale urbana per fare cassa e strutture di personale assunte di( falsificare) dei documenti in rapporti di lavoro anziche AIUTARE il CITTADINO piu bisognoso . BASTA BASTA !!

  4. Giorgia ha detto:

    Chissà dove andremo a finire.. Vedremo come si comporterà Renzi in questo nuovo governo.. Sperando in un Italia migliore!

  5. Jaggan ha detto:

    Una riforma che porrebbe fine al’intoccabilità dei dipendenti pubblici.
    Ecco, questa frase mi ha svoltato la giornata, io non sono un grande sostenitore di Renzi per molte cose, ma se davvero dovesse riuscire ad attuare questa riforma e continuare con riforme che tutelano il cittadino più bisognoso potrei cambiare idea e riuscire a risentirmi orgoglioso di essere italiano, visto che vorrebbe dire riavere una classe politica che finalmente mette al primo posto il bene del proprio popolo e della nazione prima di pensare solo al proprio tornaconto!

  6. Roby7 ha detto:

    sono pienamente d’accordo!!!

  7. Roby7 ha detto:

    sono pienamente d accordo con renzi

  8. petra ha detto:

    sono pienamente d accordo con renzi perche e molto democratico

    • cristiano ha detto:

      Non vedo l ora ammetto di aver votato grillo ma se Renzo va avanti tutta …in futuro diventerò renziano heeeyy!!! Fonziano. ABOLIRE SUBITO PREFETTURE. IL PERFETTO !! TORNI A CASA SUA . LASCIAMO LA PERFEZIONE AD ALTRI FUNZIONARI GIA IN GRADO DI ADEPIERE .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...